Coronavirus: "No divieto asporto per bar. Regione Umbria si opponga". Pastorelli (Lega): "Responsabilizzare i gestori"

1' di lettura 11/01/2021 - "Assurdo il divieto di asporto per i bar dopo le ore 18". Il capogruppo della Lega, Stefano Pastorelli punta il dito contro “le nuove restrizioni del Governo nazionale in dirittura di arrivo”.

"Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa - prosegue Pastorelli - con il nuovo Dpcm, il Governo si appresta a imporre il divieto di asporto per i bar dopo le ore 18. Misura che troviamo assolutamente inaccettabile. La Regione Umbria alzi la voce contro un provvedimento assurdo e penalizzante nei confronti di chi ha già fatto innumerevoli sacrifici economici in questa fase di contenimento della pandemia”.

“Il problema della movida non si affronta colpendo i gestori dei bar, già messi in ginocchio dalla crisi, ma responsabilizzandoli e rendendoli partecipi delle misure volte a tutelare la sicurezza dei fruitori e dei cittadini tutti. Chiudere in maniera indiscriminata – osserva - non può essere la risposta che ci attendiamo da un Governo che dice di essere al lavoro per il rilancio del Paese, ma che in realtà è impegnato solo a litigare e risolvere beghe interne alla maggioranza allo scopo di mantenere la poltrona. Se non sono in grado di affrontare i problemi si dimettano. Il tempo delle chiacchiere è finito – conclude Pastorelli -, i cittadini vogliono i fatti".


da Regione Umbria
Assemblea Legislativa





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2021 alle 11:13 sul giornale del 12 gennaio 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di attualità, umbria, regione umbria, assemblea legislativa, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIPi





logoEV